Botanica. Viaggio nell’universo vegetale

“Amiamo solo ciò che conosciamo, per questo è importante conoscere le piante, ma la strada è ancora molto lunga. La maggior parte delle persone ha un’idea totalmente errata di cosa sia una pianta”. Parola di Stefano Mancuso, uno dei più importanti ricercatori botanici internazionali tra le massime autorità mondiali nel campo della neurobiologia vegetale, autore del libro “Botanica. Viaggio nell’universo vegetale”, edito da Aboca Edizioni.

Raccontare l’universo vegetale in musica e parole

Il volume è l’ideale completamento testuale dello spettacolo Botanica, il progetto innovativo che unisce musica e scienza ideato dai Deproducers, gruppo musicale formato da Vittorio CosmaRiccardo SinigalliaGianni Maroccolo e Max Casacci, con Aboca e Stefano Mancuso, riferimento internazionale nella ricerca sui complessi molecolari vegetali, che in veste di co-produttore e co-ideatore dell’opera Botanica ha sposato l’idea di raccontare con suoni, musica e parole, le caratteristiche dello straordinario mondo vegetale a un pubblico ampio, in modo semplice e approfondito.

Le piante come esseri “consapevoli”

Tutt’altro che passive o“insensibili”, non inferiori ma diverse dal regno animale, le piante possiedono una consapevolezza dell’ambiente che le circonda molto più elevata di numerose specie viventi. Da sempre considerate più vicine al mondo inorganico che alla vita attiva degli animali, le piante in realtà nascondono una complessità grandiosa, resistente, che le rende organismi funzionali, modulari, non centralizzati, in grado di resistere alle predazioni, dotati di memoria, strategie di difesa e azioni sociali sofisticate.

Grazie alle loro incredibili capacità chimiche, alla struttura priva di organi vitali, alla loro sensibilità ai fattori ambientali che le rende capaci di avvertire in anticipo i minimi cambiamenti, le piante sono in grado di sviluppare tattiche di sopravvivenza raffinate. Sanno ingannare come fare squadra, risolvere problemi come ricordare e imparare, in difesa della loro natura stanziale che non permette vie di fuga.

Decane incontrastate della vita sulla terra, le piante rappresentano anche il materiale con cui si realizza l’intera quantità di cibo che nutre il Pianeta. Oltre a influire sui processi fondamentali della nostra vita, a partire dalla produzione di ossigeno e dalla regolazione del clima.

L’autore

Stefano Mancuso, professore all’Università di Firenze, dirige il Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV). Membro fondatore dell’International Society for Plant Signaling & Behavior, è accademico ordinario dell’Accademia dei Georgofili. È autore di volumi scientifici e di numerose pubblicazioni su riviste internazionali.

 

Per ulteriori informazioniUfficio Stampa Gruppo Aboca, Davide Mercati tel. 0575/746329; e-mail: ufficiostampa@aboca.it

Condividi quest’articolo
Invia il tuo commento

Per favore inserisci il tuo nome

Inserisci il tuo nome

Per favore inserisci un indirizzo e-mail valido

Inserisci un indirizzo e-mail

Per favore inserisci il tuo messaggio

Medicina Integrata © 2017 Tutti i diritti riservati