Una specie di salvia verde comune in Medio Oriente è efficace in caso di cistite nelle donne

0
171

La Seidlitzia rosmarinus è una specie di salvia verde perenne molto comune in tutto il Medio Oriente. E sono proprio ricercatori di quella regione, in particolare dell’Iran, ad aver mostrato che il consumo di questa pianta può migliorare i sintomi della cistite e prevenire le recidive nelle donne in età riproduttiva.

La cistite è un’infezione sintomatica alla vescica, acuta o cronica. Nell’80% dei casi, l’agente microbico responsabile è l’Escherichia coli, ma può trattarsi anche di altri agenti microbici. All’incidenza della cistite contribuiscono anche fattori personali, genetici e biologici. In ogni caso si tratta di una delle malattie infettive più comuni e fastidiose per il paziente, oltre a essere molto costosa per il sistema sanitario.

Gli autori di questo studio (The effect of Seidlitzia rosmarinus (eshnan) on the prevention of recurrent cystitis in women of reproductive age: A randomized, controlled, clinical trial) hanno arruolato 126 donne con cistite ricorrente e le hanno suddivise in due gruppi di 63, uno di intervento in cui le donne hanno ricevuto 500 mg di estratto di Seidlitzia e uno di controllo in cui le partecipanti hanno ricevuto placebo.
Lo studio si è svolto con la metodologia del triplo cieco, in cui né i pazienti, né i medici, né coloro che hanno valutato i risultati sapevano chi avesse ricevuto il principio attivo e chi il placebo. Le compresse sono state assunte per via orale, un’ora dopo i pasti per due mesi, e le valutazioni di controllo sono state effettuate alla fine del secondo, quarto e sesto mese dall’inizio della sperimentazione.

I risultati hanno mostrato che il tasso di incidenza della cistite e dei sintomi era significativamente inferiore nel gruppo di intervento rispetto al gruppo placebo in tutti i controlli, anche dopo sei mesi, evidenziando un effetto duraturo dell’assunzione dell’estratto vegetale. Anche l’incidenza delle recidive si è ridotta in maniera statisticamente significativa nelle donne che avevano assunto l’estratto di Seidlitzia. Un altro dato importante è che in nessuno dei due gruppi si sono osservati effetti collaterali.

Renato Torlaschi

Studio effettuato da ricercatori dell’Università di Tabriz, in Iran.
Kamalifard M, Abbasalizadeh S, et al. The effect of Seidlitzia rosmarinus (eshnan) on the prevention of recurrent cystitis in women of reproductive age: A randomized, controlled, clinical trial. Phytother Res. 2020 Feb;34(2):418-427.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here