Gli effetti degli estratti di B. tripartita sulla motilità intestinale

0
100

Nella medicina tradizionale, gli infusi delle specie Bidens (Asteraceae) sono stati usati con successo nel trattamento di enteriti acute e croniche. Inoltre, report etnofarmacologici  che dimostrano la potenza gastrointestinale, gastroprotettiva, antinfiammatoria, antiulcerogena e immunomodulatoria di Bidens tripartita Linn. (Asteraceae) e dei suoi componenti rendono la pianta un candidato particolarmente interessante per i fitoterapici indicati per il trattamento di supporto di disturbi funzionali gastrointestinali e d motilità.

Uno studio recentemente condotto da un gruppo di ricercatori polacchi (“Evaluation of the effects of Bidens tripartita extracts and their main constituents on intestinal motility – An ex vivo study”) si è occupato di verificare gli effetti di B. tripartita e dei suoi costituenti flavonoidi principali su modelli di contrattilità intestinale in condizioni ex vivo.

Metodi dello studio

Gli effetti delle preparazioni a base di B. tripartita e dei suoi flavonoidi principali sono stati identificati usando un modello alternativo campioni di digiuno suini isolati. Usando LC-ESI-MS, sono stati valutati attraverso la motilità spontanea e indotta da acetilcolina gli effetti di sei diversi estratti standardizzati: acquoso (BT1), metanolico 50% (BT2), metanolico (BT3), etere dietilico (BT4), etil acetato (BT5) e butanolo (BT6) (0.001–0.1 mg/mL), oltre a tre flavonoidi puri isolati: luteolina (LUT), cinaroside (CYN) and flavanomarein (ION) (0.001–100 μM).

Risultati dello studio e conclusioni

I risultati dello studio mostrano i potenti effetti procinetici degli estratti di B. tripartita e dei loro flavonoidi sulla muscolatura liscia del digiuno. L’effetto miocontrattile è stato osservato sia sulla contrattilità spontanea che su quella indotta da acetilcolina.
Non sono state evidenziate differenze sostanziali nella portata degli effetti miocontrattili tra i sei estratti, ad eccezione dell’estratto di butanolo, che sembra avere un effetto procinetico lievemente più forte rispetto agli altri estratti.
L’uso di estratti alle massime concentrazioni testate ha provocato una reazione all’acetilcolina maggiore di circa 1.5 volte rispetto al trattamento di controllo.
L’effetto miocontrattile dei singoli flavonoidi giustifica l’ipotesi secondo la quale questi metaboliti secondari sarebbero responsabili dell’attività cinetica di tutti gli estratti secondari.
Tra i flavonoidi testati, CYN sembrava essere il più potente ingredienti di B. tripartita; l’aumento della risposta all’acetilcolina in presenza di questo componente ha superato il 250% della reazione di controllo.
Alla luce dei risultati ottenuti, la gamma di disturbi gastrointestinali funzionali per i quali B. tripartita potrebbe apportare benefici include le fasi prevalentemente costipative della sindrome dell’intestino irritabile e disturbi dispeptici i cui i protocolli di trattamento includono solitamente gastroprocinetici.

Marta Mendel, Magdalena Chłopecka, Urszula Latek, Wojciech Karlik, Monika Tomczykowa, Jakub Strawa, Michał Tomczyk. Evaluation of the effects of Bidens tripartita extracts and their main constituents on intestinal motility – An ex vivo study. Journal of Ethnopharmacology, Volume 259, 15 September 2020, 112982. https://doi.org/10.1016/j.jep.2020.112982

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here