La medicina dei bassi dosaggi: da evidence ad efficacy-based medicine

1769

laboratorioNel corso dell’ultimo Congresso nazionale di Medicina Biologica, dal titolo “La Medicina dei Bassi Dosaggi: da Evidence ad Efficacy-Based Medicine”, organizzato dall’Associazione Medica Italiana di Omotossicologia (A.M.I.O.T.), affermati ricercatori e illustri clinici hanno presentato i risultati della ricerca di base e clinica compiuta in una delle branche più innovative e affascinanti della Medicina: la Low Dose Medicine, paradigma farmacologico che fa riferimento all’utilizzo di bassi dosaggi di principi attivi naturali e di molecole biologiche come citochine, neuropetidi, ormoni e fattori di crescita, che sta disegnando nuovi scenari per la terapia di molte patologie, in particolare quelle infiammatorie, sia acute che croniche.

Durante il Congresso, sono stati presentati studi di rilevante importanza che hanno approfondito le novità della ricerca scientifica nel campo della coronaropatia stabile, dell’endometriosi, della corioretinopatia sierosa centrale, dell’artrosi sintomatica precoce, della gotta, e in quello della medicina rigenerativa e della medicina mitocondriale.

Molti degli studi presentati tratteggiano nuove possibilità di cura per patologie per le quali i trattamenti a oggi in uso non sempre sono pienamente soddisfacenti o si accompagnano a marcati effetti collaterali dei farmaci, spesso utilizzati per lunghi periodi di tempo.

Sono state illustrate anche le nuove evidenze scientifiche legate a fondamentali ricerche che hanno potuto fornire un contributo indispensabile per l’affermazione del paradigma di cura della Low Dose Medicine, che sta permettendo – dopo anni di impegno nella ricerca – di progettare nuovi protocolli terapeutici efficaci e senza effetti collaterali a favore dei pazienti.