Luisella Zanino: l’Omeopatia è una via d’accesso a nuovi saperi

0
3342

Cosa consiglia a chi volesse avvicinarsi a questa materia?
Di farlo, anche solo per curiosità culturale. Conoscere l’omeopatia crea un approccio ricco di stimoli. La malattia non dovrebbe essere vista solo all’interno di uno schema causa-effetto, ma anche sotto il profilo energetico ed empatico. A mio avviso, l’Arte Medica non può ridursi a tecnicismi o a protocolli, ma deve far proprie tutte le conoscenze legate ad una possibilità di cura che preveda l’integrazione di molti saperi e di molti approcci. Il medico nel possedere competenze o conoscenze diverse e radicate saldamente tra loro ha una possibilità di cura in più rispetto a chi invece ha una conoscenza limitata.

Vivere la medicina in questo modo, per un medico significa anche preservarsi dal rischio di burnout?
Ne sono convinta. Il cosiddetto burnout nasce dal fatto di dover ripetere sempre gli stessi protocolli, è generato dalla mancanza di stimoli e novità, da una sorta di coazione a ripetere. Rivoluzionare nel piccolo il proprio lavoro, aprirsi a nuovi approcci relazionali, nel rispetto del giuramento ippocratico di scienza e coscienza, mantiene vivo l’interesse per la propria professione e aiuta il medico, e non solo nella relazione con i pazienti. La creatività è la linfa vitale che permette di provare amore per ciò che si fa e si trasmette. Resto convinta che la Medicina, al di là e compresi i necessari tecnicismi, sia una vera Arte Umanistica a tutto tondo e che l’omeopatia, di quest’Arte, costituisca parte importante del cerchio.

Chi è Luisella Zanino
Nel corso della sua lunga carriera professionale, Luisella Zanino ha prima frequentato il Dipartimento di Neonatologia dell’Istituto di Discipline Pediatriche dell’Università di Torino e successivamente maturato una lunga esperienza come pediatra convenzionato con il Ssn, attività che svolge ancora oggi. Autrice di pubblicazioni scientifiche su argomenti di pediatria, neonatologia e medicina psicosomatica, nel 2004, con Gianfranco Trapani, ha pubblicato per Tecniche Nuove il volume “Nozioni essenziali di materia medica omeopatica. Oggi è Direttore Scientifico Nazionale di SMB Italia – Scuola Superiore di Omeopatia – docente e Direttore Didattico della sede SMB Italia di Torino, città dove vive e lavora.

Pierluigi Altea