“Natura che cura”, il progetto che sensibilizza alla prevenzione attraverso la medicina naturale

0
182

Si chiama “Natura che cura” il progetto rivolto agli studenti dagli 8 ai 13 anni e alle loro famiglie con lo scopo di sensibilizzare alla prevenzione delle malattie attraverso stili di vita salutari.

Amiot e Federfarma_Progetto Medicina Naturale

L’iniziativa è promossa da Amiot, con l’apporto creativo di CivicaMente, società specializzata nella realizzazione di supporti didattici interattivi per le scuole, e con il contributo incondizionato di GUNA S.p.a., e da Federfarma Verona, che ha inserito questa attività nel progetto Young&Healthy. Obiettivo del progetto è quello di informare gli studenti sul tema della prevenzione delle malattie a 360°, mediante l’adozione di corretti stili di vita e l’uso consapevole e appropriato delle medicine di origine biologico-naturale, soprattutto in chiave preventiva.
Il programma prevede dieci lezioni, iniziate giovedì 21 marzo, che termineranno lunedì 14 aprile, a cura di un medico di Amiot e un farmacista volontario di Federafrma Verona.

«L’iniziativa si pone l’obiettivo di permettere ai ragazzi di oggi, che saranno gli adulti di domani, di far luce su un argomento ancora sconosciuto a molti, guidandoli a scelte responsabili a tutela della propria salute al fine di aumentare l’indice di benessere della popolazione»  ha commentato Marco Del Prete, presidente di Amiot.

Arianna Capri, vicepresidente e coordinatrice del Progetto scuole di Federfarma Verona ha aggiunto che «il messaggio che intendiamo veicolare è che le terapie naturali sono ancora più efficaci, quando sono scientificamente supportate, se sono frutto di una sinergia tra medico e farmacista. È importante che i più giovani sappiano riconoscere le figure professionali competenti, medici e farmacisti, in un ambito, quello del “naturale” che vede troppo spesso approssimazione con conseguenze anche gravi per la salute dei pazienti».

I partecipanti saranno dotati di un kit multimediale, totalmente digitale, per dare un risvolto “green” al progetto. Il materiale sarà di supporto ai medici esperti di medicina naturale e ai farmacisti per approfondire insieme agli studenti e ai loro insegnanti i benefici delle cosiddette Medicine Complementari, cercando così di sfatare i pregiudizi che ancora pesano su questi strumenti terapeutici e attribuiscono a queste cure una minore efficacia rispetto ai farmaci convenzionali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here