Boswellia e Cyperus migliorano l’incontinenza urinaria da stress

2253

WaveNell’incontinenza urinaria da stress (anche detta … da sforzo) la perdita involontaria di urina si verifica a causa di un’aumentata pressione intra-addominale dovuta ad un indebolimento del pavimento pelvico o degli sfinteri che può verificarsi anche transitoriamente, in determinate condizioni. Questo studio è stato realizzato con lo scopo di determinare l’efficacia della combinazione di resina di Boswellia serrata e di radice di Cyperus scariosus unitamente a PFMT (esercizi riabilitativi dei muscoli del pavimento pelvico) in donne in etĂ  riproduttive con incontinenza urinaria da stress. Si è trattato di uno studio clinico prospettico, randomizzato, in singolo cieco e controllato verso placebo. Le pazienti sono state assegnate random al trattamento attivo con B. serrata e C. scariosus (2g; n = 30) o placebo (n = 30), due volte al giorno per 8 settimane in aggiunta al programma PFMT (attuato in ambedue i gruppi). I risultati sono stati valutati attraverso pad-test che quantifica l’incontinenza con misurazione delle perdite nell’intervallo di un’ora. Nel gruppo attivo e in quello di controllo i miglioramenti sono stati rispettivamente del 60% e del 37% con una differenza statisticamente significativa (p= 0,035). La comparazione intra-gruppo del pad-test è risultata significativa in entrambi i gruppi (p<0,001). Non è stato osservato alcun effetto negativo. Sulla base dei risultati ottenuti gli autori della sperimentazione ritengono che il trattamento fitoterapico abbia migliorato i risultati del programma PFMT. Ricerca realizzata da associati a vari Istituti, fra questi: Dept. of Amraze Niswan wa Qabalat (Obstetrics and Gynecology), National Institute of Unani Medicine, PG Institute of Research, Bangalore, Karnataka, India. Arkalgud Rangaswamy P, Sultana A, Rahman K, Nagapattinam S. Efficacy of boswellia serrata L. and cyperus scariosus L. Plus pelvic floor muscle training in stress incontinence in women of reproductive age. Complement Ther Clin Pract 2014 Nov;20(4):230-6.

Roberto Adamoli