Polifenoli delle foglie di mirtillo e steatosi epatica non alcolica

0
391

La steatosi epatica non alcolica (Non-Alcoholic Fatty Liver Disease, NAFLD) o fegato grasso, è una patologia multifattoriale, pertanto una terapia farmacologica con un target specifico presenta un’efficacia limitata. La fitoterapia, la cui efficacia terapeutica è basata sull’azione combinata di diversi composti attivi offre nuove opportunità di trattamento per i pazienti affetti da NAFLD. Ad esempio, nella fitoterapia per la steatosi epatica non alcolica possono essere utilizzati diversi polifenoli naturali.

Un recente studio condotto da un gruppo di ricercatori cinesi (“Phytotherapy using blueberry leaf polyphenols to alleviate non-alcoholic fatty liver disease through improving mitochondrial function and oxidative defense”) ha voluto investigare gli effetti terapeutici e il meccanismo sottostante dei polifenoli presenti nelle foglie di mirtillo nei casi di NAFLD da una prospettiva mitocondrio-centrica, poiché le disfunzioni mitocondriali potrebbero svolgere un ruolo dominante nella patologia.

L’identificazione e la quantificazione dei polifenoli sono state eseguite usando la cromatografia liquida accoppiata alla spettrometria di massa tandem. Gli effetti benefici, specie per quanto riguarda il miglioramento nella funzione mitocondriale, e i meccanismi potenziali di questi polifenoli sulla patologia sono stati studiati in vitro e in vivo.

I polifenoli sono risultati abbondanti nelle foglie di mirtillo, rendendolo avvantaggiato nella fitoterapia della NAFLD. I polifenoli delle foglie di mirtillo alleviano efficacemente la steatosi epatica, lo stress ossidativo e l’infiammazione, come indicato sia dallo studio in vitro che in vivo. Inoltre, hanno mediato il miglioramento della disfunzione mitocondriale e della capacità antiossidante attraverso l’attivazione dell’asse di segnalazione AMPK / PGC-1α / SIRT3.

Considerando che la disfunzione mitocondriale precede la steatosi epatica e induce lo sviluppo della NAFLD, lo studio conclude che i polifenoli delle foglie di mirtillo migliorano la disfunzione mitocondriale e la difesa ossidativa e di conseguenza alleviano la steatosi epatica, lo stress ossidativo e l’infiammazione, alleviando infine la condizione di steatosi epatica non alcolica.

Zheng Li, Huixia Zhang, Yan Li, Hongwei Chen, Caiyun Wang, Vincent Kam Wai Wong, Zhihong Jiang, Wei Zhang. Phytotherapy using blueberry leaf polyphenols to alleviate non-alcoholic fatty liver disease through improving mitochondrial function and oxidative defense. Phytomedicine, Volume 69, April 2020, 153209. doi.org/10.1016/j.phymed.2020.153209

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here