Sana, presentata l’edizione 2021

581

Cultura, innovazione, sostenibilità. Sono i tre valori al centro della 33a edizione di Sana, Salone internazionale del biologico e del naturale, che si terrà in presenza a Bologna dal 9 al 12 settembre 2021. Si tratterà del primo appuntamento in presenza per il settore del biologico e del naturale.

La manifestazione è organizzata da BolognaFiere con il patrocinio del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, del Ministero della transizione ecologica, e della CCIAA – Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Bologna, in collaborazione con AssoBio e FederBio e con il supporto di ITA – Italian Trade Agency per le azioni di internazionalizzazione e di Siste, Società italiana di scienze applicate alle piante officinali e ai prodotti per la salute.

A caratterizzare l’edizione 2021 dell’evento contribuirà la concomitanza con OnBeauty by Cosmoprof e con Cosmofarma. Sinergia che contribuirà a capitalizzare i punti di convergenza tra le filiere delle rispettive aree di pertinenza.

Ripartire e investire nel biologico

«Con Sana diamo ufficialmente il via alla ripresa delle manifestazioni fieristiche in presenza – ha commentato Gianpiero Calzolari, presidente di BolognaFiere, in occasione della conferenza stampa di presentazione dell’evento – Questa ripartenza, gestita nel rispetto di tutti gli standard di sicurezza, è molto significativa».

«Questa edizione di Sana, preceduta dagli Stati Generali del biologico, si colloca in un momento fondamentale per la definizione delle strategie per la transizione agro-ecologica dell’agricoltura dei prossimi 10 anni – ha aggiunto Maria Grazia Mammuccini, presidente di FederBio – Siamo nel percorso di stesura del Piano Strategico Nazionale (PSN) della PAC che dovrà indicare gli obiettivi di crescita del biologico e gli strumenti per raggiungerli. Il PSN dovrà fare scelte rilevanti per il settore in linea con gli obiettivi ambiziosi del Green Deal e le Strategie europee supportate dal Piano d’azione. Per questo ci auguriamo di arrivare a SANA con la legge sul biologico in fase di approvazione definitiva».

«Comunicazione, formazione e ricerca universitaria, istruzione scolastica sono le linee su cui chiediamo al Governo Italiano di investire per innescare un processo virtuoso nello sviluppo di un’economia agricola biologica anche in Italia. Ciò che serve ora è promuovere un rinnovamento culturale tra i consumatori, affinché il nostro Paese possa mantenere il vantaggio del pioniere» ha aggiunto Roberto Zanoni, presidente di AssoBio.

Gli appuntamenti da non perdere in fiera

Nel corso della conferenza stampa, sono stati illustrati anche i principali eventi che si terranno in occasione di Sana 2021. Tra questi, vi è la terza edizione di Rivoluzione Bio, gli Stati generali del biologico, che anche quest’anno offriranno una panoramica sul settore, propedeutica a sessioni di dialogo e confronto tra istituzioni, player della filiera ed esperti del settore su temi di primaria rilevanza e attualità per il comparto.

Anche in questa edizione si terrà poi La Via delle Erbe, l’iniziativa, giunta alla seconda edizione, avviata per mettere in risalto storia, proprietà, benefici e potenzialità d’uso delle piante (il focus di questa edizione sarà il tema del fuoco). L’appuntamento è organizzato in collaborazione con la Società Italiana di Scienze Applicate alle Piante Officinali e ai Prodotti per la Salute, e con l’Associazione dei tecnici erboristi dell’Università di Torino.

Tra le novità dell’edizione, Sanatech, il primo Salone professionale dedicato alla filiera della produzione agroalimentare, zootecnica e del benessere, biologica ed ecosostenibile, promosso da BolognaFiere, con il sostegno di FederBio Servizi e la segreteria tecnico-scientifica di Avenue Media. Il focus di quest’anno sarà sul packaging, declinato sia in ottica alimentazione sia in ottica cosmetica.

Altra new entry nel programma è Sana Tea, organizzata da BolognaFiere in collaborazione con associazione In Tè, che sarà un’occasione per familiarizzare con i sempre più richiesti tè e tisane.

Visitare, in sicurezza

Dal punto di vista espositivo, si confermano i consueti tre macro-settori:

  • l’area Food, con una panoramica della filiera agroalimentare, estesa ai nuovi trend di mercato, alle innovazioni e alla ricerca;
  • l’area Care & Beauty, in cui esporranno le aziende produttrici di cosmetici, prodotti per la cura del corpo naturale e bio, integratori ed erbe officinali;
  • l’area Green Lifestyle, dedicata ai consumatori alla ricerca di prodotti per uno stile di vita ecologico, sano e responsabile.

Visitatori, operatori e professionisti potranno accedere ai padiglioni della manifestazione in condizioni di massima sicurezza. Distanziamento, igienizzazione, gestione dei flussi di entrata e uscita, sanificazione degli ambienti, ricambio d’aria e misurazione della temperatura sono tra le principali misure adottare da BolognaFiere per offrire una sicura esperienza di visita.

Maggiori informazioni sono disponibili sul sito della manifestazione.