Agopuntura in neurologia, la seconda edizione del corso di perfezionamento

0
131

È pronta a partire la seconda edizione del Corso di perfezionamento sulle tecniche di Agopuntura in Neurologia dell’Università di Siena, dedicato ai medici, che, nei tre moduli in programma tra aprile e settembre, pone al centro del percorso di studi l’integrazione tra agopuntura e medicina occidentale.

«La pandemia non ferma l’insegnamento sul web, anzi permette un salto di qualità didattica potendo invitare, nella modalità online, grandi maestri internazionali collocati in una geografia medica globale» ha affermato Cecilia Lucenti, medico agopuntrice, presidente AMI (Associazione Agopuntura Medica Integrata) e responsabile scientifica del corso.

Il programma è articolato in moduli di lezioni teorico-pratiche e si svilupperà attraverso tre incontri per un totale di nove giorni di lezione, tenute da docenti italiani e stranieri tra i più qualificati al mondo. Le lezioni si terranno online in un weekend di aprile e di maggio e in presenza solo a settembre. Il termine per le iscrizioni è fissato per mercoledì 31 marzo 2021, L’iscrizione può essere fatta esclusivamente online.

 

Il programma del corso

Il programma prenderà in esame sia le diverse teorie neurofisiologiche che sono alla base del funzionamento dell’Agopuntura, sia la neuroanatomia specifica dei punti utilizzati per la terapia. Nel corso delle lezioni verranno illustrate le tecniche più efficaci per la cura delle diverse patologie neurologiche, con dimostrazioni sui pazienti.

«Il corso – prosegue Lucenti – rappresenta un’occasione unica per affrontare la cura di quelle patologie neurologiche, anche gravissime, che non ottengono benefici con il trattamento convenzionale. L’agopuntura offre soluzioni che vanno sempre più conosciute e utilizzate, soprattutto nel Ssn. L’obiettivo è quello di insegnare i principi dell’agopuntura in chiave neurofunzionale, applicando le principali tecniche (come la neuro-auricoloterapia, la craniopuntura e le stimolazioni profonde degli aghi) per ottenere risultati terapeutici in disturbi come distonie, spasmi, tremore, disturbi dell’equilibrio, declino cognitivo, fino ai vari eventi cerebrali anche gravi, vascolari o traumatici, dove la riabilitazione con l’agopuntura ha permesso di ottenere risultati particolarmente significativi, in molti casi non raggiungibili dalla nostra medicina» conclude la presidente AMI.

Per informazioni e iscrizioni è possibile contattare la Segreteria del Corso dell’Università di Siena al numero di telefono 338.3202045 oppure all’indirizzo mail dfsa@unisi.it.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here