La supplementazione con olio d’oliva protegge dall’esposizione a particolato ambientale

0
573

olive oilL’esposizione al particolato ambientale (PM) induce disfunzione endoteliale che è un fattore di rischio per le malattie cardiovascolari. L’olio d’oliva (OO) e l’olio di pesce (FO) hanno effetti benefici sulla funzione endoteliale. Gli autori di questo studio hanno valutato le potenzialità dell’olio d’oliva e dell’olio di pesce nel mitigare la disfunzione endoteliale e la disfunzione dell’emostasi causata dall’esposizione a particolato. Hanno partecipato allo studio 42 persone (58 ± 1 anni) che hanno assunto 3 grammi/die di olio d’oliva o di pesce o nessun supplemento per 4 settimane prima di essere esposti all’inalazione per 2 ore di aria filtrata e concentrata con particolato ambientale concentrato (CAP; media 253 ± 16 ug/m (3)). La funzione endoteliale è stata valutate considerando la dilatazione flusso-mediata dell’arteria brachiale (FMD) implementata prima, immediatamente dopo e 20 ore dopo l’esposizione. Sono stati inoltre misurati i livelli di endotelina-1 e dei marcatori di fibrinolisi e infiammazione. Dopo CAP i valori di FMD sono risultati significativamente inferiori fra le persone non trattate (verso basale: -19.4%; IC95% fra -36.4 e -2.3 per 100 ug/m (3) CAP; p = 0:03) e fra quelle trattate con olio di pesce (-13.7%; IC95%: fra -24.5 e -2.9; p = 0.01), ma non nel gruppo con olio d’oliva (-7.6%; IC95% fra -21.5 e 6.3; p = 0:27). Nel gruppo con olio d’oliva i livelli di tPA (attivatore tissutale del plasminogeno) sono risultati significativamente aumentati immediatamente dopo (11,6%; 95% CI: 0.8, 22.2; p = 0.04) e 20 ore dopo l’esposizione a CAP. Solo nel gruppo senza trattamento sono significativamente aumentati (20 ore dopo l’esposizione a CAP) i livelli di endotelina-1 (17.1%; IC95% fra 2.2 e 32,0; p = 0:03). In conclusione, l’esposizione a breve termine a CAP induce disfunzione endoteliale vascolare. La supplementazione con olio d’oliva ha attenuato la riduzione di FMD indotta da CAP e indotto cambiamenti di marker ematici associati a vasocostrizione e fibrinolisi, suggerendo con ciò che la supplementazione con olio d’oliva può essere efficace nella protezione contro gli effetti vascolari associati all’esposizione a particolato ambientale. Ricerca realizzata da associati a: Environmental Public Health Division, NHEERL, US Environmental Protection Agency, Research Triangle Park, North Carolina, USA.

Tong H, Rappold AG, Caughey M, Hinderliter AL, Bassett M, Montilla T, et al. Dietary supplementation with olive oil or fish oil and vascular effects of concentrated ambient particulate matter exposure in human volunteers. Environ Health Perspect 2015, May 1 [Epub].

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here