Withania somnifera migliora l’affaticamento e la qualità della vita in persone con tumore in trattamento chemioterapico

2203

Beautiful young woman looking depressedPer gli estratti della piante medicinale Withania somnifera sono state documentate attività antiossidanti, antinfiammatorie, antitumorali, antistress e adattogene. Una serie di sperimentazioni hanno inoltre rilevato effetti antistress negli animali. Infine, la medicina tradizionale indiana ha utilizzato per secoli questi preparati per alleviare la fatica e migliorare il benessere generale. Con queste premesse è stato realizzato uno studio clinico prospettico a disegno aperto, comparativo e randomizzato che ha coinvolto 100 pazienti con carcinoma mammario in tutte le fasi. Nello studio sono stati confrontati la sola chemioterapia e questa combinata con Withania somnifera assunta oralmente. I regimi chemioterapici comprendevano taxotere, adriamicina e ciclofosfamide oppure 5-fluorouracile, epirubicina e ciclofosfamide. L’estratto di radice di Withania somnifera è stato somministrato nel corso della chemioterapia al dosaggio di 2 grammi ogni 8 ore. La qualità della vita e l’affaticamento sono stati valutati utilizzando il questionario EORTC QLQ-C30 (versione 3) sulla qualità della vita prodotto da EORTC (European Organisation for Research and Treatment of Cancer), le scale sulla fatica PFS (Piper Fatigue Scale) e SCFS-6 (Schwartz Cancro Fatigue Scale). La mediana delle età dei partecipanti al gruppo di studio e di controllo era rispettivamente di 51 (range = 36-70) e 50,5 anni (range = 32-71). Lo stadio della malattia nella maggioranza (77%) dei pazienti era di fase II e III. I pazienti nel braccio di controllo hanno avvertito una maggiore stanchezza rispetto al gruppo di combinazione (PFS: p < .001; SCFS-6: p < 0,003). Inoltre, nel gruppo di combinazione i punteggi di varie sottoscale dei sintomi EORTC QLQ-C30 sono stati influenzati dal trattamento in termini e statisticamente significativi (verso controllo) relativamente a 7 di 18 sintomi (p< .001). La sopravvivenza globale a 24 mesi per tutti gli stadi di gravità della malattia erano rispettivamente nel gruppo di combinazione e in quello di controllo il 72% e il 56 %, ma la differenza non è risultata statisticamente significativa (p = 0,176) al follow-up di 26 mesi. Gli autori della sperimentazione concludono osservando che Withania somnifera esercita effetti benefici potenziali sulla stanchezza correlata a cancro, oltre a migliorare la qualità della vita. Sono naturalmente necessari ulteriori studi più strutturati e su campioni più ampi per convalidare questi risultati. Ricerca realizzata da associati a: Department of Nuclear Medicine, Radiotherapy & Oncology, School of Medical Sciences, Health Campus, Universiti Sains Malaysia, 16150 Kubang Kerian, Kelantan, Malaysia.

Biswal BM, Sulaiman SA, Ismail HC, Zakaria H, Musa KI. Effect of withania somnifera (ashwagandha) on the development of chemotherapy-induced fatigue and quality of life in breast cancer patients. Integr Cancer Ther 2013, Jul;12(4):312-22.