Infertilità e fecondazione assistita: nutrienti da preferire

2520

Il rosmarino (aumenta la fertilità, stimola e regola il ciclo mestruale, allevia i crampi, è un eccellente antiossidante, ancora più efficace della vitamina E).

La salvia (usata per curare l’infertilità, ha effetti antibatterici, antimicotici e antivirali, ottima se aggiunta a minestre e salse. Essendo uno stimolante uterino può provocare aborti, utilizzare solo fino a ovulazione confermata.

Il boro (stimola la produzione di estradiolo, il principale ormone estrogeno, si trova in mele, pere, uva, pesche, mandorle e nei vegetali a foglia verde).

Il calcio (mantiene l’equilibrio tra estrogeni e progesterone, i latticini non contengono alte dosi di calcio come la pubblicità ci spinge a credere, la più alta percentuale di calcio è contenuta nei semi di sesamo che possono essere utilizzati per condire qualsiasi alimento. Sono ricchi di calcio gli asparagi, la maca peruviana, le mandorle, il prezzemolo e i semi di lino).

Il cromo (ha un ruolo essenziale nel metabolismo del glucosio e nello stabilizzare le proteine nell’organismo, è necessario per lo sviluppo del feto, da assumere nelle fasi che precedono il concepimento, regola l’insulina, è presente ben quattro volte della dose giornaliera raccomandata nel lievito di birra, riso integrale, funghi, cereali integrali, pepe nero e verde).